Può sembrare difficile e complicato alla prima esperienza, ma sapere come calmare un cane ansioso può rivelarsi più facile di quanto si possa immaginare, nel momento in cui si riesce ad interpretare le cause e a ricorrere alle soluzioni più adeguate. 

I cani, esattamente come gli uomini, possono soffrire di attacchi d’ansia abbastanza di frequente. Si tratta di uno stato d’animo che li fa soffrire molto, vista la loro spiccata sensibilità.

Le cause scatenanti l’ansia canina possono essere molteplici. Di solito però dipendono da alcuni episodi specifici – come momenti di paura o periodi di separazione dal proprio padrone – che, se riconosciuti tempestivamente, possono permetterci di aiutare al meglio il nostro amico a quattro zampe.

 

Cane ansioso: quali sono i sintomi?

 

Un cane ansioso manifesta il suo disagio in vari modi, ma solitamente è facile riconoscere i segnali che ci segnalano un malessere. Sintomi tipici di uno stato d’ansia possono essere un comportamento apatico durante l’assenza del padrone, un abbaiare costante o un lamento continuo accompagnato da mugolii oppure il rifiuto di mangiare o bere da solo.

Dicevamo che possono essere varie le cause che possono scatenare attacchi d’ansia nel cane, vediamo di conoscerne alcune per affrontare nel modo migliore ogni singola situazione.

Cane ansioso quando esce

In questo caso il cane manifesta il suo stato d’ansia attraverso una grande iperattività e dei comportamenti patologici e distruttivi, ad esempio abbaia continuamente contro chiunque incontri, fa la pipì dove solitamente non la farebbe o tende a danneggiare qualsiasi cosa con cui entra in contatto.

Cane ansioso in auto

Il cane in auto può diventare ansioso sia perché percepisce che sta avvenendo un cambiamento rispetto alla sua routine, ma anche perché potrebbe soffrire del mal d’auto esattamente come l’uomo. I sintomi di questo suo stato di disagio sono il respiro affannato e l’aumento della salivazione.

Cane ansioso di notte

Quando un cane è ansioso vive male anche la notte, non riuscendo mai ad addormentarsi veramente a fondo e svegliandosi al minimo rumore, inoltre reagisce ad ogni stimolo esterno lamentandosi e abbaiando.

Ansia da separazione nel cane

Può verificarsi quando il padrone è costretto, per un motivo o per un altro a lasciare il cane per brevi o lunghi periodi. In questo caso l’animale manifesta la sua ansia facendo, ad esempio, i suoi bisogni dove non dovrebbe, mettendo a soqquadro un’intera stanza, abbaiando continuamente o avere comportamenti autodistruttivi come l’auto masticazione(si morde).

Attacchi di panico nel cane

Quando il cane si sente sopraffatto dalla paura e dalla tristezza può avere dei veri e propri attacchi di panico, che hanno come manifestazione il leccare o mangiare convulsamente, abbaiare a vuoto, fissare un muro, ululare o emettere versi acuti oppure nascondersi.

Come tranquillizzare un cane ansioso

Il cane tende a instaurare un rapporto di simbiosi con il suo padrone, che istintivamente si attiverà per calmare il suo animale. Ci sono dei comportamenti che però dobbiamo cercare di evitare per non rafforzare lo stato di agitazione del cane. Dobbiamo cercare di stare calmi noi per primi, i cani percepiscono la preoccupazione dei padroni. Perciò evitiamo di incrementare la quantità di coccole, di dargli biscottini nell’idea sbagliata di confortarli. Calarci nella loro tristezza finirebbe per dare origine a un clima ancor più triste!

Cosa fare allora?

Dobbiamo cercare di comportarci normalmente, per far capire al cane che non sta accadendo nulla di strano, perciò non c’è ragione di agitarsi. Quando ci rivolgiamo al cane in questi momenti parliamogli con “dolce fermezza”: dalla nostra voce comprenderà che siamo tranquilli e si calmerà anche lui.

In alternativa, offritegli un rifugio sicuro mettetegli qualche giocattolo nella sua cuccia, ma non osservatelo mostrando preoccupazione. Se l’animale percepisce che stiamo reagendo alla sua paura, il suo organismo reagirà a sua volta producendo ormoni. 

Per tranquillizzare il nostro animale durante una situazione particolare che potrebbe renderlo ansioso e, quindi, troppo agitato, possiamo ricorrere all’aiuto di alcuni tranquillanti o calmanti appositamente studiati per gli animali domestici. 

Si tratta di prodotti naturali, che sfruttano il potere sedativo e calmante di alcune piante. In casi particolarmente gravi il veterinario potrà prescrivere veri e propri farmaci.

• Pets Purest Calmante Naturale per animali domestici

Si tratta di un prodotto completamente naturale che si presenta in gocce così da essere anche facilmente somministrabile al cane sia direttamente in bocca che mischiate nel cibo. Fanno effetto dopo circa venti minuti e calmano il cane dall’ansia e dallo stress avvertiti in situazioni particolari, ma possono essere somministrate anche tutti i giorni per garantire all’animale un rilassamento quotidiano del tutto naturale. Le erbe contenute all’interno della formula di questo calmante sono soprattutto la valeriana – rilassante per eccellenza – e il magnesio di cui solitamente i cani sono carenti e che invece, nelle giuste dosi, tiene sotto controllo i livelli di adrenalina.

• Natural Dog Treats Calmante per cani

Questo tipo di calmante si presenta sotto forma di capsule e rappresenta un concentrato di vitamine del gruppo B necessarie al corretto funzionamento del sistema nervoso centrale. Si tratta di un prodotto solitamente consigliato anche dai veterinari per aiutare i cani a tenere sotto controllo l’iperattività oppure quando subiscono dei cambiamenti che potrebbero destabilizzare e creare loro stati ansiosi dannosi per la salute. In caso di problemi di deglutizione dell’animale, la capsula può essere aperta e il suo contenuto miscelato con il cibo abituale del cane.

Maxxi Calm Integratore Calmante per cani

Questo integratore in compresse masticabili contiene una gran quantità di ingredienti naturali che mantengono il cane tranquillo riducendone gli stati ansiosi. Ad esempio, troviamo la camomilla e la passiflora che sono dei calmanti naturali molto conosciuti oppure il magnesio che, come già accennato, riduce la tensione muscolare e tiene sotto controllo il sistema nervoso centrale.

Farmaci anti ansia per cani

Nel caso in cui si decida di ricorrere all’assunzione di farmaci per calmare l’ansia del proprio cane è fondamentale ricordarsi che si tratta di prodotti che necessitano della prescrizione medica e che potrebbero anche avere degli effetti collaterali. Quindi, evitare sempre il fai da te e rivolgersi al proprio veterinario per avere il farmaco più adatta al nostro specifico cane.