Diarrea nel cane: quali sono le cause più probabili

La diarrea nel cane è un sintomo molto importante ed al tempo stesso fastidioso, prima di entrare nel vivo e capire gli effetti benefici dei fermenti lattici per cani vegani, vediamo quali sono le cause principali.

Anche i nostri amici quattrozampe, possono avere periodi più o meno prolungati di irregolarità intestinale.

Quali sono le razze di cane che soffrono maggiormente di diarrea?

Alcune razze canine sono predisposte a sviluppare maggiormente questo disturbo rispetto altre.

Il Pastore Tedesco ad esempio perchè spesso è affetto da una carenza di Immunoglobuline A (IgA) a livello intestinale e di insufficienza pancreatica, altri animali di razza pura come i Boxer, Border Collie, Golden Retrievers, Labrador Retrievers, oppure i cani di piccola taglia come il Maltese o lo Yorkshire.
Se possiedi un cane molte volte ti sarai imbattuto in questo problema, ti sarai chiesto come risolverlo nel migliore dei modi, ma soprattutto ti sarai domandato cosa ha scatenato tutto questo.

Diarrea nel cane: cos’è

La diarrea è la prima e la più comune manifestazione di un problema a carico dell’apparato gastrointestinale del cane, spesso è accompagnata anche da vomito. Il cane con diarrea o, semplicemente, l’espulsione di feci molli, feci del cane con presenza di muco, feci del cane troppo morbide, maleodoranti o feci del cane non formate sono tutte condizioni che indicano uno scompenso del micro ambiente intestinale e delle funzioni della flora batterica.
Il cane è un animale carnivoro durante il percorso che l’ha trasformato da animale selvatico a domestico, è diventato onnivoro. Come tutti i carnivori, però, è dotato di un intestino corto.
Questa caratteristica morfologica porta con se due conseguenze funzionali: i processi digestivi a livello dello stomaco sono molto più lenti in quanto la carne ha dei tempi piuttosto lunghi per essere digerita; il passaggio intestinale, invece, della materia di scarto sia molto veloce, una volta che il prodotto della digestione arriva nell’intestino devono essere allontanate molto velocemente le sostanze di rifiuto che vanno incontro a processi di putrefazione. Questo è il motivo per cui un cane defeca anche 5 volte al giorno ma non deve essere inteso come un problema.

Il veloce transito delle sostanze di rifiuto, prodotte dal normale processo di digestione e assorbimento delle sostanze nutritive, può provocare irritazioni dell’intestino del cane che spesso si traducono in episodi anche ricorrenti di diarrea acuta.

La diarrea nel cane può essere accompagnata del tutto od in parte da altri sintomi più o meno importanti.
Quando la diarrea è associata alla presenza di sangue nelle feci del cane, piccole tracce di sostanza mucosa, oppure quando le scariche sono molto frequenti e si nota apatia o sopore del cane è necessario contattare il medico specialista veterinario per scoprire l’origine del fenomeno procedendo ad una attenta anamnesi e successivamente una attenta valutazione delle cure.

Quando, invece, fortunatamente il cane ha solo episodicamente la diarrea e non è accompagnata da altra sintomatologia o segno clinico di solito viene trattata con piccole modifiche alla normale dieta e con utilizzo di integratori alimentari: i fermenti lattici per cani i cosi detti probiotici per cane.

Quali sono le cause più frequenti della diarrea nel cane?

A volte, il sintomo della diarrea non ha particolare significato patologico e, semplicemente, dipende da una peristalsi (il movimento dell’intestino) velocizzata per cause non dovuta a motivi esterni noti ovvero senza causa apparente.
In altri casi, invece, le cause della dissenteria nel cane o diarrea possono trovare origine in casi come:

Diarrea nel cane causate da allergie alimentari;

Diarrea nel cane legate ad intolleranze alimentari ed allergie.

In questi casi la diarrea è un meccanismo, primordiale, di difesa del cane e sono facilmente osservabili per le conseguenze a cui sono legati: le intolleranze alimentari sono rappresentate da un 20% dei casi provocano prurito, mentre le allergie alimentari rappresentate da un 10% dei casi provocano diarrea. Assieme sono la causa più frequente di diarrea nel cane.
Tutto il processo di sensibilizzazione del cane ad un particolare allergene che porta alla infiammazione intestinale trae origine dalla alimentazione. Ad esempio quando: nella dieta del cane si fa utilizzo di mangimi ricchissimi di fibre ed al tempo stesso poveri in proteine, mangimi che contengono glutine, quando si usa dare da mangiare al cane cibi troppo grassi, o non adatti alla alimentazione canina, una alimentazione casalinga con avanzi di cibo destinato a noi umani che non può essere adeguato alle specifiche esigenze del cane provocano in modo graduale una infiammazione intestinale. Quando, nonostante il cambio di alimentazione, la situazione non volge al miglioramento non rimane che recarsi dal veterinario.

Nel caso di un cucciolo con diarrea ai primi segni di diarrea la scelta di elezione rimane il consulto con il medico per evitare che il problema possa aggravarsi. Il contributo dello specialista, nei casi più lievi che non devono destare allarmi, si concretizzerà con la reidratazione (laddove ve ne fosse bisogno) e la somministrazione di fermenti lattici specifici per cani.

Diarrea nel cane per cambi di alimentazione;

Una causa molto comune di feci molli nel cane soprattutto nei cuccioli è la repentina sostituzione degli alimenti nel periodo di svezzamento. Questo tipo di diarrea affligge i cuccioli di cane ma può verificarsi anche nei cani adulti che, per qualsiasi motivo, sono costretti a cambiare molto velocemente tipo di alimentazione al quale sono abituati.
L’alimentazione del cucciolo con diarrea deve essere continuamente monitorata. Quando portate a casa un piccolo assicuratevi di conoscere il tipo di cibo che mangiava per poi sostituirlo in modo progressivo in tre settimane.
Uno dei consigli che più frequentemente vengono dati dai veterinari è abituare gradualmente il cane al cambio di cibo.
In questi casi tutte le modifiche vengono fatte per passi ben definiti come ad esempio quando il cane manifesta intolleranze o vere e proprie allergie ad un determinato cibo o uno degli elementi della composizione qui è necessario cambiare immediatamente prodotto che anche quando può comportare un’alterazione intestinale che ha come conseguenza scariche con feci molli, non solide, o feci non formate.

Una alimentazione non corretta può causare diarrea nel cane?

Diarrea nel cane da alimentazione scorretta o indigestione.

In punto precedente veniva fatto espresso riferimento ai cibi non adatti per i cani, come sono gli avanzi della tavola o gli avanzi dalla cucina.
I cani sono molto golosi e noi padroni spesso non siamo in grado di disattendere le loro attese, facendoci prendere dalle loro attenzioni spesso finiamo per allungare il boccone prelibato.
Questi nostri atteggiamenti uniti al fatto di una cattiva digestione, se reiterati nel lungo periodo possono provocare una alterazione della flora batterica che è causa di una irritazione intestinale che inevitabilmente si traduce in diarrea cronica nel cane persistente che al contempo è accompagnata a vomito.
Meglio quindi attenersi alle razioni di cibo programmato e concedere uno spuntino con snack altamente digeribili ed ipoallergenici come i biscotti vegetariani per cani, osservando una giusta somministrazione e tenendo traccia delle condizioni del cane.

Oltre ai biscotti ed altro mangime secco possono essere utili altri prodotti per cani vegani come integratori alimentari per riequilibrare lo stato di salute generale.

Diarrea nel cane da parassitosi intestinali;

Perchè le feci del cane sono verdi?

La presenza di parassiti al livello intestinale che sono volgarmente chiamati “vermi intestinali” è una causa molto comune della diarrea.

In questo caso il sintomo principale la diarrea è accompagnata molto spesso al vomito e feci di colore verde, ovvero in una stessa defecazione il cane ha la contemporanea fuoriuscita di vomito e diarrea.
Questo tipo di affezione, la parassitosi intestinale del cane, è usuale nei cani cuccioli ma non la si può escludere del tutto anche nei cani adulti.
La diarrea nei cuccioli di cane, in caso di infezione da giardia (causata da un parassita chiamato Giardia duodenalis), vedrà un andamento alternato nel corso di una stessa defecazione con la presenza di feci ben formate, di feci molli, di feci poco formate e feci completamente liquide.
Si possono notare feci verdi all’interno delle deiezioni del cucciolo con diarrea.
Non è raro vedere della diarrea schiumosa del cane adulto accompagnata anche da feci lucide e galleggianti, in questo caso potrebbe essere affetto dalla giardiasi.
Le condizioni legate alle infestazioni o parassitosi intestinali che sfociano nella sintomatologia classica della diarrea infettiva del cane o diarrea parassitaria del cane coinvolgono con maggior frequenza i cuccioli ed i cani giovani.
Mentre il sistema immunitario del cane adulto è completamente sviluppato, nei soggetti giovani non è inusuale trovare un cucciolo con diarrea proprio perchè l’apparato immunitario non è, ancora, fisiologicamente in grado di difendere l’organismo da agenti patogeni, in questi casi è opportuno dare luogo ad un intervento di sverminazione del cane cucciolo.

Perchè le feci del cane sono ricoperte di muco?
La presenza muco nelle feci del cane adulto deve destare preoccupazione?

Il muco nelle feci del cane adulto (mucorrea) è un disordine nelle funzioni organiche presente nei cani di ogni età e tende a manifestarsi contemporaneamente a forti scariche di diarrea. Il muco nelle feci del cane ha una consistenza viscosa, è di colore biancastro o giallognolo. Tale sostanza, normalmente presente nell’intestino del cane, ha come funzione quella di mantenere il colon umido e lubrificato. Tracce di muco nelle feci del cane sono sempre presenti ma quando tale sostanza si mescola alle feci è la sua presenza è facilmente interpretabile data le striature giallognole è sintomo di un problema dell’intestino del cane che può nascondere, anche, problemi più importanti.

Quali sono le cause delle feci del cane con muco?

Le cause più frequenti delle feci del cane con muco possono essere:

  • allergie o intossicazioni alimentari anche da cibo deteriorato o peggio avariato;
  • parassiti intestinali;
  • reazioni a farmaci;
  • infezione intestinale;
  • infiammazione intestinale come la Colite e la Sindrome dell’intestino irritabile;
  • diarrea e stitichezza;
  • virus intestinali;
  • patologie tumorali.
Quali altre manifestazioni accompagnano la sintomatologia delle feci del cane con muco?

Feci poco formate, feci maleodoranti, letargia e sangue nelle feci sono i fenomeni che quali sempre si presentano assieme al muco nelle feci del cane.

Si può notare come il ventaglio delle cause del muco nelle feci dei cani possono dipendere da patologie parassitarie e/o batteriche, da patologie legate alla presenza di virus, da intolleranze o vere e proprie allergie alimentari e ancora da reazioni alla somministrazione di farmaci, comprendono diversi ambiti di interessamento medico specialistico.

La presenza di muco nelle feci di cani adulti e cuccioli è da considerarsi sempre come indicazione di una sofferenza a livello intestinale.

Per tale motivo, appena si nota tale disturbo, è importante prelevare un campione di feci da far esaminare al veterinario.

Il veterinario dopo analisi di un campione provvederà alla prescrizione di farmaci adatti che devono essere contestualmente presi con fermenti lattici e probiotici per cani che hanno la funzione di ripristinare la flora batterica benefica. In alcuni casi è bene proseguire il trattamento con probiotici anche dopo il termine della somministrazione del farmaco.

Diarrea nel cane da infezioni;

Quando si è in presenza di infezioni virali la diarrea avrà un decorso molto severo accompagnato da altri sintomi come il vomito, apatia, spossatezza ed inappetenza.
La gastroenterite canina è un’infiammazione dello stomaco e della prima parte dell’intestino chiamato tenue dell’intestino tenue.

Quali sono i sintomi della gastroenterite del cane?

I sintomi della gastroenterite del cane sono:

  • il cane ha la diarrea;
  • il materiale defecato dal cane ha una consistenza liquida o con feci morbide;
  • cane con vomito costante che a volte può apparire di consistenza schiumosa;
  • cane con vomito e diarrea che appare appena poco dopo il pasto;
  • diarrea e vomito del cane che a volte è di colore giallo per la presenza di bile;
  • tensione dell’addome del cane;
  • il cane appare disidratato ed evidenzia mucose asciutte;
  • il cane è letargico e mostra perdita di appetito.

Nei casi più gravi è possibile riscontrare tracce di sangue nelle feci del cane.
Le infezioni intestinali come la gastroenterite sono molto comuni nei cani cuccioli, perché il loro sistema di difesa. Il sistema immunitario, è ancora in fase di sviluppo
I sintomi della gastroenterite nel cucciolo sono quelli che abbiamo visto nel cane adulto, nei cuccioli però bisogna porre particolare attenzione e monitoraggio continuo perché la perdita di liquidi con la diarrea potrebbe portare ad una disidratazione più rapida rispetto ai cani adulti. Buona cosa, sempre in accordo con il vostro veterinario, incoraggiarlo a bere acqua e somministrare fermenti lattici e vitamine.

Ulteriori consigli per i cani che soffrono di gastroenterite nella forma lieve per un pronto recupero sono: pulire costantemente la ciotola dell’acqua e del cibo, cambiare più volte durante il giorno l’acqua, lasciare a digiuno il cane nelle 12 ore dalla comparsa della prima scarica di diarrea.

Cosa dare da mangiare ad un cane con la gastroenterite?

In caso di forma lieve, quando il cane comincia a riprendersi per facilitarne il recupero, cominciare con l’ausilio di alimenti per cani specifici per problemi legati all’apparato gastrico ed intestinale, successivamente una dieta vegetariana con integrazione di prebiotici e probiotici per non caricare immediatamente l’intestino e per ripristinare la fisiologica flora batterica. In tal senso si può preparare dei cibi per cani facilmente digeribili ed assimilabili come un brodo vegetale con carota, senza sale e senza olio, cuocervi del riso incorporando a cottura ultimata, della zucca bollita.
Alternando uno spuntino con delle mele e yogurt bianco senza zucchero.
Come supplemento è possibile usare dei cibi pronti per cani con diarrea.

La gastroenterite può causare la morte del cane?

No, però è bene rivolgersi al veterinario se tale sintomatologia risulta aggravata ad esempio quando il cane ha la diarrea che perdura per più giorni.

Quando ai generici sintomi della gastroenterite del cane sono presenti evidenti tracce di sangue rosso misto alle feci o anche sangue misto al vomito, o ancora quando il cane non mangia è opportuno rivolgersi immediatamente al veterinario.

Diarrea nel cane da ingestione di sostanze nocive o tossiche;

Questo sintomo accompagna costantemente tulle le lievi forma di intossicazioni accidentali da agenti chimici contenuti ad esempio dai prodotti casalinghi per la pulizia o altri prodotti come solventi per pitture, smacchiatori, tarmicidi etc. In questi casi, evitare di eseguire procedure “fai da te”, individuare il prodotto ingerito, leggere attentamente la composizione chimica, chiamare il veterinario se trattasi di sostanza fortemente acida od al contrario alcalina ed in casi dubbi. Il veterinario consiglierà la terapia più corretta ed una alimentazione integrata con elementi probiotici e prebiotici consoni alla ripresa.

Diarrea nel cane causata da farmaci;

L’assunzione di alcuni farmaci come ad esempio antibiotici, antinfiammatori, antitumorali per la cura di alcune patologie che affliggono i cani può causare irritazioni del rivestimento del tratto intestinale compromettendo il normale equilibrio delle flora batterica con conseguente insorgenza di una diarrea acuta.

Si tratta, quindi, di diarrea legata strettamente al solo periodo di somministrazione e fortunatamente non è molto frequente, se non in cani predisposti. Quando si è in presenza di tale condizione occorre porre il cane in uno stato di riposo per l’intestino limitando per le prime 24 ore l’assunzione di cibo. Successivamente introdurre gradualmente il cibo partendo con una leggera dieta vegetariana, altamente digeribile e povera di grassi, per consentire il ripristino della flora batterica. Per i cuccioli e per i cani di piccola taglia la dieta deve prevedere la somministrazione di piccoli pasti ad intervalli regolari. Anche qui lo specialista medico veterinario può indicare una integrazione della alimentazione con alimenti dietetici per cani.

Diarrea nel cane da malattie al pancreas;

Ci sono stati patologici che portano ad una infiammazione del pancreas. Quando il pancreas del cane è infiammato, rilascia prima del dovuto enzimi digestivi, innescando tutta una sequela di altri eventi. La pancreatite del cane, generici stati di infiammazione del Pancreas, possono essere acuti o cronici, nel primo caso i sintomi correlati sopraggiungono all’improvviso e sono gravi, nel secondo invece il quadro clinico mostra sintomatologia più lieve che può presentarsi in momenti diversi e non portare con se la stessa sintomatologia.
I sintomi più frequenti della patologia della pancreatite acuta nei cani sono: vomito (di solito in grande quantità), mancanza di appetito (i taluni casi vi è proprio un rifiuto totale del cibo anche di quello che gradiscono di più), il cane rifiuta di bere, perdita di peso, diarrea. Tale sintomatologia può variare, può risolversi spontaneamente oppure si accentua repentinamente.

Perchè le feci del mio cane sono di colore giallo o color senape?

Quando la malattia si presente in maniera continua, siamo in uno stato di pancreatite cronica ed accanto ai sintomi visti in precedenza si hanno anche uno o più dei seguenti:

  • colore delle feci: le feci del cane sono di colore senape o giallo scuro, la maggior parte delle volte notiamo feci del cane gialle;
  • consistenza delle feci: appaiono grasse, poco formate;
  • altra sintomatologia correlata: il gonfiore dell’addome.

I cani affetti da pancreatite acuta e cronica devono seguire un regime alimentare povero di grassi e ricco di fibre per tutta la durata della vita.
Una dieta vegetariana per i cani affetti dalla pancreatite rappresenta probabilmente la scelta corretta, integrando tale alimentazione con fermenti lattici che rafforzano la flora batterica.

Diarrea nel cane da malattie allo stomaco;

Tutte le malattie che affliggono lo stomaco del cane sono potenzialmente dannose a livello intestinale provocando fenomeni di diarrea acuta o cronica e tutta una serie di altre patologie che interferiscono con la salute generale dell’organismo dell’animale.
Abbiamo visto come la salute dell’intestino del cane sia indubbia prerogativa per il mantenimento delle funzioni del sistema immunitario e per l’assorbimento di tutte le sostanze nutritive.
Quando il sistema viene compromesso, o da agenti esterni o da agenti interni, l’organismo del cane reagisce generando un rigetto, nello specifico, la diarrea o il vomito.

Perchè le feci del mio cane sono di colore nero?

La gastrite nel cane (infiammazione del rivestimento dello stomaco) o di ulcere gastriche nei cani spesso manifestano fenomeni di diarrea con feci di colore nerastro dato dalla presenza di sangue digerito nelle stesse.

Diarrea nel cane da stress;

La diarrea del cane può essere causata da stress e altre sollecitazioni psico-fisiche che alterano i movimenti peristaltici dell’intestino.

Alcuni eventi estemporanei posso essere particolarmente traumatizzanti, prendiamo ad esempio un lungo viaggio in macchina od anche in treno dove, soprattutto per cani di piccola taglia, vi è un repentino cambio delle loro abitudini. Oppure in situazioni che sono per loro eccitanti come l’arrivo del padrone assente per un periodo di lavoro, possono tradursi in movimenti peristaltici troppo veloci con conseguente diarrea associata.
In queste situazioni eliminata la causa tutto torna alla normalità e per favorire la ripresa si può fare uso di probiotici nella alimentazione.

Cause non specifiche della diarrea del cane;

Le cause aspecifiche della diarrea del cane, che non sono legate a patologie od intolleranze, vengono prese in considerazione come ad esempio l’esposizione a climi troppo freddi o troppo caldi, quando dopo un momento di gioco o sforzo fisico beve acqua fredda oppure quando il cane mangia troppo o troppo rapidamente.

Anche qui il sintomo non deve destare preoccupazione, con questo tipo di diarrea il nostro amico continua ad essere allegro e giocoso ed apparentemente non sembra risentire del disturbo.

Diarrea cronica cane

Quali sono i sintomi della diarrea cronica nel cane?

Alcuni consigli su come affrontare questo evento, senza dimenticare che l’intervento del professionista per la valutazione delle cause è risolutivo.

Per diarrea cronica del cane si intende un evento che o è persistente da oltre tre settimane oppure è recidiva (ritorna con una certa frequenza ed in modo regolare).

Le diarree acute del cane possono cronicizzarsi se vengono trascurate o non curate efficacemente.

La diarrea nelle sue forme acuta e cronica insieme alla patologie cutanee del cane rappresentano una parte importante delle emergenze che si affrontano in un ambulatorio veterinario.

La diarrea cronica del cane è un sintomo molto comune ed è alla base di altre patologie, il medico veterinario attraverso una anamnesi, un esame clinico scrupoloso ed una precisa diagnosi differenziale stabilirà l’intervento terapeutico curando la causa, in quanto la diarrea in se, essendo uno dei meccanismi di difesa dell’organismo. non va eliminato.

Un contributo significativo che può essere dato al veterinario è cercare di localizzare l’origine della diarrea ovvero capire quando:

  • la diarrea proviene dal grosso intestino del cane;
  • la diarrea proviene dal piccolo intestino del cane.

Alcune delle caratteristiche più importanti e di facile riconoscibilità per stabilire l’origine della diarrea nel cane sono:

  • se la diarrea cronica del cane proviene dal grosso intestino:
    • nel cane con diarrea il volume delle feci espulse è ridotto;
    • la diarrea cronica dei cani non presenta cibo non digerito;
    • le feci del cane sono molli e ad intermittenza formate;
    • le feci del cane hanno un colore marrone;
    • le feci del cane presentano tracce di muco;
    • vomito e diarrea nel cane sono presenti;
    • nel cane con diarrea non ci sono sostanze grasse non digerite nelle feci
    • nel cane con diarrea la defecazione avviene con maggior frequenza;
  • se la diarrea cronica del cane proviene dal piccolo intestino:
    • le feci del cane hanno un grosso volume;
    • la diarrea cronica dei cani presentano cibo indigerito;
    • la diarrea presenta feci molli;
    • il colore delle feci del cane è variabile;
    • non ci sono tracce di muco nelle feci del cane;
    • vomito e diarrea nel cane possono essere presenti ad intermittenza;
    • nel cane con diarrea a volte ci possono essere sostanze grasse non digerite nelle feci
    • nel cane con diarrea frequenza di defecazione del cane non è aumentata

Le distinzioni fra la sintomatologia legata all’origine della enteropatia del cane fra piccolo e grosso intestino sono puramente a scopo informativo possono essere concomitanti con pesi e frequenze diverse. La distinzione però viene fatta in ottica di una più concreta e fattiva collaborazione con i proprietari dei cani e miglioramento del processo della diagnosi da parte dei veterinari.

Una piccola precisazione a riguardo della diarrea con sangue nelle feci del cane.
Nello stabilire l’origine della diarrea la presenza di sangue nelle feci è quasi una costante: quando la diarrea trova origine nel piccolo intestino il sangue nelle feci del cane ha un colore rosso cupo, si tratta di melena ovvero di sangue digerito; quando invece trova origine nel grosso intestino il sangue nelle feci del cane mostra un colore rosso vivido, si tratta di ematochezia.

Vomito e diarrea nel cane

Nella sintomatologia che accompagna la diarrea cronica del cane c’è da prestare attenzione alla presenza del vomito.
Il vomito e la diarrea nel cane sono spesso sintomi compartecipi della malattia enterica del cane.
Anche nel caso del vomito, come per la diarrea, prestiamo attenzione:

  • vomito o rigurgito: il rigurgito non presenta sforzi nel cane (conati);
  • tipo di vomito: cibo digerito, cibo non digerito, liquidi verdastri per la presenza di bile;
  • quando vomita: prima o dopo un pasto;
  • cosa ha mangiato quando vomita: vomito dopo un pasto, vomito dopo lo spuntino;
  • alterazione appetito: dopo aver vomitato il cane mostra appetito o al contrario inappetenza;
  • vomito e diarrea del cane hanno come conseguenza una cattiva digestione e come conseguenza un malassorbimento dei nutrienti a livello intestinale, tutto questo porta con se il dimagrimento del cane.

Cause diarrea cronica del cane

Sono diverse le cause della dissenteria del cane.
Sia malattie primarie intestinali che colpiscono con maggior frequenza, che malattie sistemiche che incidono in modo minore possono scatenare la dissenteria.
Le malattie primarie intestinali che scatenano l’enteropatia sia nel piccolo che nel grosso intestino del cane sono da ricercare, secondo gravità e priorità diagnostico terapeutiche, in alterazioni intestinali dovute a malattie infettive (parassitosi intestinale), insufficienza pancreatica, neoplasie
Le malattie sistemiche che scatenano la diarrea cronica nei cani e la localizzano al livello del piccolo intestino, invece, possono interessare: la ghiandola Tiroide (ipertiroidismo), le giandole surrenali (malattia endocrina: ipoadrenocorticismo), il Fegato (epatopatia) e i Reni (nefropatia cronica)
L’alimentazione del cane gioca un ruolo importantissimo nel dare origine alla diarrea cronica nei cani, infatti, indipendentemente dal distretto di localizzazione vi è sempre una ipersensibilità alimentare.
Quando, nel novero delle cause, l’alimentazione è la primaria responsabile il sistema immunitario del cane è il principale attore. In questa condizione abbiamo un apparato immunitario che ha una reazione anomala nei confronti di particolari allergeni presenti negli alimenti.
Questa reazione anomala o iper reazione è causa di infiammazione intestinale nel cane che a sua volta diminuisce il grado di tolleranza verso altri allergeni, aumenta il grado di infiammazione dell’intestino e modifica la flora intestinale causando una disbiosi intestinale che rende l’organismo del cane meno pronto alla aggressione di certi ceppi di agenti patogeni.

Un buon prodotto probiotico adatto ai cani farà cessare il fenomeno e compattare le feci.

Alimenti complementari probiotici per cane con diarrea

Florentero Act 30cpr

19,70  disponibile
14 nuovo da 15,27€
Spedizione gratuita
Acquista ora
Amazon.it
al 16 Ottobre 2019 12:14

Caratteristiche

  • Florentero è un regolatore della flora intestinale per cani e gatti.
  • Florentero compresse è utile in casi di dismicrobismo conseguenti a: diarree, disturbi della motilità, stress, intensa attività fisica e agonistica.
  • E' efficace anche in caso di cambiamenti ambientali o dietetici, particolari trattamenti farmacologici, intossicazione alimentare e debilitazione organica.
  • Confezione da 30 compresse da 1,2 gr.

DRN enteromicro 32 CPR 70 g

23,90
17,93  disponibile
30 nuovo da 14,94€
Spedizione gratuita
Acquista ora
Amazon.it
al 16 Ottobre 2019 12:14

Caratteristiche

  • 1 Confezione da 32 Compresse

Candioli Farmaceutici Cnpa2354 Integratore per Cani e Gatti - 45 gr

17,20  disponibile
10 nuovo da 14,49€
Spedizione gratuita
Acquista ora
Amazon.it
al 16 Ottobre 2019 12:14

Caratteristiche

  • Alimento complementare destinato alla riduzione dei disturbi acuti dell'assorbimento intestinale con accresciuto livello di elettroliti e ingredienti ad elevata digeribilità
  • Componenti analitici proteina grezza 4,0% - fibra grezza 0,5% - oli e grassi grezzi 43,0% - ceneri grezze 1,5% - umidità 2,0%
  • Vitamine, provitamine

CAROBIN PET PASTA APPETIBILE 30G

20,80
16,49  disponibile
13 nuovo da 15,00€
Acquista ora
Amazon.it
al 16 Ottobre 2019 12:14

Caratteristiche

  • Pasta orale per il trattamento dei disturbi intestinali per cani e per gatti.
  • Formato siringa 30 gr.

CAROBIN PET ULTRA 30 CPR - Per problemi intestinali di cani e gatti

18,39  disponibile
18 nuovo da 15,00€
Acquista ora
Amazon.it
al 16 Ottobre 2019 12:14

Caratteristiche

  • Compresse per la riduzione della sintomatologia diarroica del cane e del gatto.